Bando Distretti 2

Il Bando

Dai distretti produttivi ai distretti tecnologici – 2

Interventi per il rafforzamento dell’orientamento tecnologico dei distretti produttivi dell’Emilia-Romagna

 

L'INIZIATIVA
Per l’attuazione della seconda annualità del programma “Progetti per lo sviluppo dei distretti produttivi” del Ministero dello Sviluppo Economico (D.M. 7 maggio 2010), la Regione Emilia-Romagna ha proposto un intervento a gestione diretta volto a migliorare l’efficienza dei processi innovativi delle imprese, in particolare PMI, dei distretti produttivi regionali ed a promuovere una domanda di ricerca più qualificata e organizzata verso i laboratori delle piattaforme della Rete Regionale dell’Alta Tecnologia (delibera n. 1602/2010).
In data 21 dicembre 2010 il Ministero dello Sviluppo Economico ha approvato la proposta presentata denominata “Dai Distretti Produttivi ai Distretti Tecnologici - 2” cui ha fatto seguito la pubblicazione di Linee Guida per la selezione di programmi a livello distrettuale dedicati coordinati dai centri per l’innovazione della Rete Regionale dell’Alta Tecnologia.

Al fine di garantire un’adeguata qualità dei programmi ed un’omogeneità degli interventi sono stati assegnati compiti di coordinamento e di monitoraggio dell’iniziativa ad una Cabina di Regia che si compone dei seguenti soggetti:

  • Regione Emilia-Romagna
  • Aster
  • Unioncamere Emilia-Romagna


Gli Obiettivi
Obiettivo generale dell’intervento è quello di supportare una significativa evoluzione dei distretti produttivi regionali attraverso:

  • il rafforzamento, dal punto di vista organizzativo, delle funzioni legate all’innovazione, alla R&S, al design ed alla progettazione, evidenziando la loro centralità nell’organizzazione complessiva delle PMI, promuovendo una loro più efficace gestione a livello aziendale;
  • l’organizzazione di reti di imprese incentrate nell’attività di ricerca e sviluppo, anche al fine di sviluppare nuove tecnologie abilitanti utili a favorire la diversificazione delle produzioni dei distretti stessi.


A tale obiettivo generale corrispondono i seguenti obiettivi specifici:

Promuovere l’adozione di metodologie di knowledge management, design management e open innovation
Organizzare reti di imprese nell’ambito della funzione di ricerca e sviluppo che si confrontino, con il supporto di personale giovane dedicato, su obiettivi comuni di medio-lungo termine, promuovendo una diversificazione produttiva qualificata e favorendo una domanda di ricerca coordinata.


I Programmi
Per ciascuno dei 16 distretti produttivi individuati come distintivi del territorio regionale è stato finanziato un programma specifico articolato su temi di ricerca di potenziale interesse per le imprese coordinato da un soggetto attuatore, vale a dire una struttura di ricerca industriale e/o trasferimento tecnologico accreditata dalla Regione per far parte della Rete Alta Tecnologia dell’Emilia-Romagna.

Ogni programma si struttura in due parti:

    PARTE A: sviluppo di metodologie per il knowledge management, il design management, l’open inovation;
    PARTE B: costruzione di reti per la ricerca sotto forma di contratti di rete o consorzi per sviluppare progetti di ricerca esplorativi su nuove tecnologie in grado di promuovere un significativo avanzamento tecnologico o processi di diversificazione.
 

I numeri dell’iniziativa
    Programmi approvati: 16
    Numero soggetti attuatori: 9
    Reti di ricerca finanziate: 93
    Risorse economiche impegnate: 12.500.000 €
    Di cui: 4.511.000 € del MISE e 7.989.000 della Regione

AddThis Social Bookmark Button